NON VOGLIAMO ESSERE LE SCUOLE INVISIBILI
Con un comunicato congiunto le Associazioni che rappresentano le Scuole Paritarie chiedono che le bozze del DECRETO RILANCIO, circolate l’11.05.2020, siano modificate.

Ora la classe politica è chiamata ad un atteggiamento di “responsabile coerenza”; il Decreto Scuola e il Decreto Liquidità, al voto in Parlamento, dovranno prevedere aiuti concreti alla famiglia, salvando così la scuola Pubblica, statale e paritaria perché la scuola PARITARIA è pubblica, cioè aperta a chiunque voglia iscriversi.

Nei giorni 19 e 20 maggio p.v., il giorno che vede partire le votazioni degli emendamenti all’Istituto S. Caterina non si sospenderanno le lezioni per non creare ulteriore disagio alle famiglie, ma verrà esposta la bandiera italiana perché:

⁃ devono essere garantiti il diritto di apprendere senza discriminazione;
⁃ la parità scolastica tra pubblica statale e pubblica paritaria;
⁃ la libera scuola in libero stato.










Tema Grafico by iWebSolutions - partner e107 Italia